Sovrano Militare Ordine Romano Adrianeo

Bollettino ufficiale delle leggi e dei decreti dello S.M.O.R.A.

Notizie dalla nazione

Cronache Adrianee

Come nell’altro link vi menzionavamo la sperimentazione di queste piattaforme .Forse questa dove sto scrivendo sarà il giornale dell’ordine ,mentre quello precedente ne farà la storia passata oltre ad essere un blog culturale come si vede dalla copertina.

Saluti

Giovanni I

 

View original post

Annunci

DECRETO DI PROMULGAZIONE n.004/2012 E DI ADOZIONE 004/2012 INERENTE L’UFFICIALIZZAZIONE DELLA SEDE LIM IN TERRITORIO ADRIANEO E SUA AUTOGESTIONE DA PARTE DELLO S.M.O.R.A.

 

 

 

Atto di promulgazione n. 004/2012 del 28/04/2012

 

IL GOVERNATORE MAXIMO

VISTE LE DELIBERAZIONI CONSEGUENTI AL VOTO UNANIME DELL’ASSEMBLEA ADRIANEA E DEL SOVRANO CONSIGLIO,CONSIDERATA LA COMPATIBILITA’ CON LA CARTA PROVVISORIA COSTITUZIONALE

 PROMULGA

 IL SEGUENTE TESTO E NE AUTORIZZA LA PUBBLICAZIONE IN TUTTI I LUOGHI DELLA NAZIONE ED AGLI ORGANI DI INFORMAZIONE INTERMICRONAZIONALI COMPRESI I NOSTRI ALLEATI. LA LEGGE A VIGORE 24 ORE DOPO LA PROMULGAZIONE E CONTESTUALE PUBBLICAZIONE.

Il GOVERNATORE MAXIMO GIOVANNI I

 

Decreto di adozione  n.004/2012 del 28/04/2012

SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO

S.M.OR.A.

Il SOVRANO CONSIGLIO IL SENATO M. ED IL GOVERNATORE MAX.

VISTA , ESAMINATA E DIBATTUTA , LA RICHIESTA VERBALE  ESPRESSA ATTRAVERSO IL MEZZO DI COMUNICAZIONE  “SKIPE” DA PARTE DEL SIGN. PITER ZUCCA ,   FONDATORE DELLA L.I.M. ,(LIBERA INFORMAZIONE MICRONAZIONALE ) PER L’APERTURA NEGLI SPAZI SIA VIRTUALI  CHE FISICI DELLA SUDDETTA E LA SUA ’AUTOGESTIONE  DA PARTE DEL PERSONALE ACCREDITATO S.M.O.R.A, TENENDO CONTO DELLA RICHIESTA UFFICIALE OVE SI ESPLICITAVANO IN MANIERA SINTETICA LA RICHIESTA E LE MODALITA’ DI MASSIMA :

 

Richiesta sede L.I.M. negli spazi fisici o virtuali dello SMORA

DA:Piter Zucca  

A:s.militareordineromanoadrianeo@yahoo.it

Messaggio contrassegnato

Mercoledì 25 Aprile 2012 22:36

Richiedo ufficialmente che venga aperta una sede della L.I.M. nei vostri spazi fisici o virtuali.

L’apertura della sede nei vostri territori comporta le seguenti cose:

 

– gestione al 100% da parte di un referente dello SMORA;

– pubblicare nome reale o nick name del referente LIM dello SMORA;

– pubblicare sito o indirizzo della sede in base alla sua natura; 

 

La sede sarà un mezzo per far conoscere dentro lo SMORA cosa succede nella LIM e cosa succede dentro lo SMORA alla LIM.

 

Attendo una vostra risposta tramite mezzo mail.

 

Piter Zucca

 

CONSIDERANTO LE NORME COSTITUZIONALI IN MATERIA ED ESATTAMENTE

Art. 1

La  Nazione-Ordine   è fondata  sul concetto non astratto del solidarismo tra gli esseri umani e nell’aiuto  delle realtà meno fortunate . La Nazione-Ordine   ha  quindi , come obiettivi ,  finalità legate alla solidarietà tra le persone , la tutela dell’ambiente , il mondo del lavoro , i  diritti umani , la cultura e l’amore per l’arte , la valorizzazione  dei beni culturali e della memoria storica. Si prefigge inoltre , come prioritaria e fondamentale , la realizzazione di tali fini per mezzo  della collaborazione  con le autorità/ associazioni /micronazioni  preposte o sensibili a tali tematiche. L’esatta definizione degli scopi e la loro realizzazione verranno esplicitati  da un’apposita legge o regolamento

E LE NORME CONSUETUDINARIE OGGETTO DI REGOLAMENTAZIONE COSTITUZIONALE

Sono ammessi a far parte del SOVRANO MILITARE ORDINE  ROMANO ADRIANEO tutte le associazioni,ordini/micronazioni,  i quali intendono perseguire attività di utilità sociale ( associazioni di promozione sociale,culturale o di informazione ) ovvero di solidarietà e partecipazione sociale (organizzazioni di volontariato) e che comunque ispirano la loro attività associativa ai principi e agli scopi del presente dettato costituzionale. L’organo competente a deliberare sulle domande di ammissione  di tali organizzazioni è il SENATO “DEI 12 ” ed il GOVERNATORE MAXIMO ; il diniego va motivato.

 

DELIBERANO

Art. 1

Si conferma lo spazio virtuale concesso alla L.I.M. la quale potrà usarlo per le sue attività di pubblicizzazione dell’attività micro nazionale;

art.2

lo spazio concesso è sotto la sovranità dello S.M.OR.A e non sono previste deroghe a tale principio .

Art.3

Lo S.M.O.R.A. si impegna  a gestire questo spazio in modo autonomo nominandone un responsabile che può essere un’ Organo dell’Ordine ,singolo  o Collegiale , che prenderà in carico la gestione di questo spazio.

Art. 4

Lo S.M.O.R.A. potrà gestire tale spazio per pubblicizzare le proprie attività in modo autonomo e libero nel rispetto del mandato e della tematica  per cui la L.I.M. è stata fondata .

Art. 5

La sede L.I.M. in quanto momento collaborativo di natura sia politica / istituzionale che culturale  avrà l’avallo formale del consiglio sia dei 12 che del SENATO M. oltre ad essere sottoposto ad ulteriore integrazione e dibattito nella prossima riunione generale del 21/24 giugno del 2012 . Tale definitiva ratifica avverrà con la riforma e  l’avviamento del provvisorio centro di sperimentazione e certificazione “Matidia Minore “ in un modello più complesso ed organico con le istituzioni dell’ordine .

Art. 6

La nomina del o dei gestori dello spazio LIM  virtuale  sarà comunicato con apposito provvedimento come sarà comunicato l’eventuale spazio fisico messo a disposizione della stessa LIM.

Art. 7

Lo S.M.O.R.A. metterà a disposizione della lim una mail creata per tale servizio ed in futuro altri ausili. La L.I.M. potrà usare anche le Poste Magistrali Adrianee qualora ne avesse bisogno  ed i costi saranno  addebitati agli affari generali dell’ordine.

Art. 8

La L.I.M.  non solo potrà usufruire delle strutture dello S.M.OR.A. ,ma si impegna a rispettarne la costituzione,la sovranita’ , e tutte le disposizione in materia sia economica /politica e culturale non interferendo con esse , ma in forma collaborativa e solidale come prevede la mission dell’ORDINE.

Art. 9

IL presente decreto ha effetto dopo 24 ore dalla promulgazione e pubblicazione sugli organi ufficiali dello S.M.O.R.A. come previsto dal decreto ON THE WEB . L’ordine si riserva un periodo di 90 giorni per la completa attuazione da quanto stabilito in questo progetto , prevedendo eventuali modifiche o integrazioni ed un breve regolamento di esecuzione /funzionamento dello stesso spazio.

 

Sede degli Adrianei ,28/04/2012

 

Il Governatore Maximo

S.A.I. Giovanni I

Il Primo Ministro Con Delega Agli Affari Esteri

S.E. il Princeps Adrianei  Andrea De

Per il Sovrano Consiglio

S.E. il Princeps Adrianei  Pinasanse

Per il Senato Magnum

S.E. Bernadet

Nota diplomatica e sanzioni all’Imperio America Mexicana Risoluzione n. 001/A.E./2012 31/04/2012

 

 

 

 

 

Risoluzione n. 001/A.E./2012     31/04/2012

 

 

SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO

S.M.OR.A.

Il SENATO MAGNUM ED IL GOVERNATORE MAX.

RIUNITI IN SEDUTA STRAORDINARIA

Visti i fatti che stanno accadendo nella micronazione del reino Di Oxitipia alleata dell’ordine e visto la richiesta di supportare le richieste da parte del Regno di Harcosia

DELIBERANO

LA SEGUENTE RISOLUZIONE

DI

CONDANNA

Nei confronti dell’atteggiamento rapace e poco democratico della micronazione Imperio América Mexicana nei confronti del Reino REINO UNIDO DE OXITIPA de al quale  riconosce ,come da trattato, la piena indipendenza ed autodeterminazione in oggetto. La politica dell’Ordine  è il rispetto dell’indipendenza ed autoteterminazione di tutte la micronazioni e la loro volontà legittima di potersi  svincolarsi o non aderire ad  un patto federativo che non rispetta le libertà e le autonomie degli stati che ne fanno parte.

Ricordiamo che il SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO, nacque ,in seguito alla seconda guerra civile del 1976, per volontà delle genti federate e della’allora Vice governatore ( ed attuale Governatore ) capo della rivolta,per limitare lo strapotere del potere imperiale e gli abusi nonché  lo stravolgimento delle regole sia costituzionali che del codice di comportamento dei cittadini ( una sorta di codice civile ).

Pur nel rispetto del principio di non interferenza con i problemi interni con le altre nazioni  (lo S.M.OR,A stipulò un trattato  dapprima con il Regno di Azur assimilato poco dopo  dall’Imperio América Mexicana  il quale lo  riconobbe in toto ratificandolo) ,questa clausula poiché nello stesso trattato si menziona il rispetto dell’autogooverno dei popoli e quindi  emettiamo  questa condanna diplomatica nei confronti del Imperio América Mexicana  e di sollecitare entrambi le nazioni ad addivenire ad  una soluzione diplomatica e pacifica nel rispetto delle prerogative di entrambi le nazioni.

Il Senato in base a tale episodio auspica a tutte le micronazioni di creare un’arbitrato internazionale per queste situazioni e consiglia, come lo S.M.O.R.A. sta facendo nell’ultimo periodo, di inserire nelle clausole dei trattati l’obbligo di un’arbitro che risolva queste spiacevoli situazioni.

Il  Senato unanimemente ,ha adottato quale sanzione nei confronti della politica imperialistica e rapace Imperio América Mexicana il  blocco dell’ambasciata e di ogni attività  nei confronti di tale nazione , in attesa che la situazione con REINO UNIDO DE OXITIPA si risolva nel migliore dei modi.

 

Sede degli Adrianei,31.04.2012

 

F.to

Il Governatore maximo

Giovanni I

Il Ministro degli Esteri

Andrea de

Il Rappresentante del Senato

Pinasanse

Il Giudice Delle Controversie

Torquemada 1971

TRATTATO TRA S.M.O.R.A. E LA REPUBBLICA DI LOSTISLAND – DECRETO DI ADOZIONE E RATIFICA 001/R.E./2012 DEL 23/03/2012

Atto di promulgazione n. 004/R.E./2012 del 03/03/2012

IL GOVERNATORE MAXIMO
VISTE LE DELIBERAZIONI CONSEGUENTI AL VOTO UNANIME DELL’ASSEMBLEA ADRIANEA E DEL SOVRANO CONSIGLIO,CONSIDERATA LA COMPATIBILITA’ CON LA CARTA PROVVISORIA COSTITUZIONALE
PROMULGA
IL SEGUENTE TESTO E NE AUTORIZZA LA PUBBLICAZIONE IN TUTTI I LUOGHI DELLA NAZIONE ED AGLI ORGANI DI INFORMAZIONE INTERMICRONAZIONALI COMPRESI I NOSTRI ALLEATI. LA LEGGE A VIGORE 24 ORE DOPO LA PROMULGAZIONE E CONTESTUALE PUBBLICAZIONE.
Il GOVERNATORE MAXIMO GIOVANNI I

Decreto Di Adozione e ratifica N. 001/R.E./2012 del 23/03/2012

IL SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO

S.M.OR.A.

Il GOVERNATORE MAXIMO ED IL SOVRANO CONSIGLIO
PREVIA CONSULTAZIONE CON IL SENATO M.

VISTI I POTERI CONCESSI A TALI ORGANI PER LA STIPULA DEI TRATTATI INTERNAZIONALI E LA LORO ADOZIONE E RATIFICA DALLA CARTA COSTITUZIONALE

DELIBERA

Art. 1
Che Con Tale Atto Si Ratifica In Data 23/03/2012 Iltrattato Di Amicizia E Mutuo Riconoscimento Tra Il Sovrano Militare Ordine Romano Adrianeo E La Repubblica Di Lostisland.

Art.2
Il presente decreto sancisce l’inizio di validità del trattato dopo 24 h dalla sua promulgazione momento dal quale esso produrra’ effetti sui rapporti tra le due Nazioni stipulanti.

Art. 3
Si alllega come “ allegato A” al decreto copia del trattato siglato e vidimato da entrambi le nazioni .

IL GOVERNATORE MAX
GIOVANNI I

IL PRIMO MINISTRO E DELEGATO AGLI AFFARI ESTERI
ANDREA DE

IL RAPPRESENTANTE DEL SENATO M.

PINASANSE

ALLEGATO “A” al TESTO DEL TRATTATO

Decreto di adozione e ratifica n. _001/R.E./2012(S.M.O.R.A.)
Delibera della Repubblica di Lostisland DEC CAR 01|26|01|12

IL GOVERNATORE MAXIMO GIOVANNI I
IL SENATO MAGNUM DEL SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO
ED IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA DI LOSTISLAND
STABILISCONO
IL RECIPROCO RICONOSCIMENTO QUALI ENTITA’ STATALI MICRONAZIONALI
ED IN BASE A TALE DECISIONE
DELIBERANO

Di stipulare un Trattato di Amicizia, cooperazione e di riconoscimento reciproco, come prova di buona volontà esistenti tra la REPUBBLICA DI LOSTISLAND ed il SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO (S.M.O.R.A.), e di avviare quindi relazioni diplomatiche ufficiali, condividendo i seguenti punti:

Art.1
Entrambe le Nazioni si riconoscono reciprocamente e nella loro interezza, come Micronazioni giuridiche e costituzionali, Sovrane ed Indipendenti.

Art. 2
Le Nazioni stipulanti si impegnano a riconoscere ed a rispettare reciprocamente i rispettivi valori fondanti, da cui sono scaturiti i propri simboli, territori, istituzioni ed i sistemi giuridici. Si impegnano altresì a non interferire reciprocamente nella politica interna e nelle scelte in politica estera, di entrambe.

Art. 3
Le due Parti si impegnano, con la stipula del Presente, ad avviare ufficialmente relazioni diplomatiche bilaterali, aprendo un’Ambasciata nei rispettivi territori, fisici o virtuali. Nelle suddette sedi diplomatiche sarà esposta l’immagine della bandiera dei paesi firmatari (vedere l’allegato A), il loro indirizzo E-mail e il link al Sito Web ufficiale o altre pertinenze virtuali o reali.

Art.4
I due Soggetti firmatari, si impegnano a collaborare, nei limiti del possibile, per il raggiungimento dell’obiettivo comune di primaria importanza, ossia il maggior riconoscimento di entrambi, in ambito internazionale, come Stati Sovrani e Indipendenti.

Art.5
Le Micronazioni stipulanti si impegnano a collaborare nel campo sociale e culturale; a tal fine, ognuna delle due potrà avvalersi, in base al presente Trattato, della facoltà di usufruire dell’opera intellettuale o reale, di componenti o dirigenti dell’altra Nazione, previo esplicito consenso degli organi preposti di quest’ultima.
Art.6
Entrambe le Nazioni si impegnano reciprocamente a rendere pubblica la firma di questo Trattato sia alla propria cittadinanza che a tutte le altre Nazioni, attraverso i circoli diplomatici presenti nelle rispettive pagine informatiche/web.

Art.7
Entrambe le Micronazioni riconoscono nel dialogo e la diplomazia, gli strumenti pacifici adatti per la risoluzione delle controversie tra i popoli; si impegnano altresì a fornire appoggio diplomatico reciproco, in caso di attacchi ingiustificati di qualsiasi natura, ad una di esse.

Art.8
Riconoscono la libertà quale strumento democratico per l’autogoverno dei popoli, il rispetto delle
identità nazionali e delle scelte religiose, umane, sociali, politiche e culturali.

Art.9
Condannano ogni forma autoritaria di governo e di persecuzione, che sia in violazione dei diritti umani di ogni cittadino.

Art.10
Il presente Trattato può essere soggetto a variazione, previo consenso di entrambi le parti.

Art.12
La rescissione di tale Trattato può essere unilaterale, ma motivata e comunicata preventivamente all’altra Nazione.

Art.13
Le nazioni stipulanti si impegnano di usare periodicamente lo spazio web assegnato denominato “Ambasciata”. Se questa funzione non verrà osservata il trattato sarà considerato nullo .

Art.14
Per le controversie sarà di riferimento la copia in italiano.

Casa degli Adrianei, 27/01/2012

Per il Sovrano Ordine Romano Adrianeo (S.M.O.R.A.):

Sua Altezza Imperiale
Giovanni I Governatore Maximo

Sua Eccellenza Primo Ministro con delega agli Affari Esteri
______________Andrea De____________

Per la Repubblica di Lostisland:
_24/02//2012

Sua Eccelenza Yaroslav Mar, Capitano Reggente della Repubblica di Lostisland

Sua Eccelenza Stepan Ignatiev, Capitano Reggente della Repubblica di Lostisland

English version

Decreto di adozione n. __001_/R.E./2012(S.M.O.R.A.)

Delibera DELLA Repubblica di Lostisland DEC CAR 01|26|01|12

The GOVERNOR MAXIMO Giovanni I
THE SENATE MAGNUM of the SOVEREIGN MILITARY ORDER of the ROMAN ADRIANEO
REPUBLIC OF LOSTISLAND
SHALL ESTABLISH MUTUAL RECOGNITION STATE entities SUCH AS MICRONATIONAL LANGUAGES and according to that DECISION,

ACTING

Art.1
To conclude a Treaty of friendship, cooperation and mutual recognition, as proof of goodwill existing between REPUBLIC OF LOSTISLAND and the SOVEREIGN MILITARY ORDER Of The ROMAN ADRIANEO (S.M.O.R.A.), and then start formal diplomatic relations, sharing the following points:

Art.2
Both Nations recognize each other and in their entireties, as legal and constitutional Micronations, sovereign and independent.

Art.3
The Nations undertake to recognize and respect each other’s core values, which has produced its own symbols, territory, institutions and legal systems. We also undertake not to interfere with each other in domestic politics and foreign policy choices.

Art.4
The two parties undertake to initiate bilateral diplomatic relations, officially opening an Embassy in their respective territories, physical or virtual. In these embassies there will be shown the image of the flag of the countries that are signatories (see Appendix A), their email address and the link to the official WEB site, or other real or virtual appliances.

Art.5
The two Party signatories undertake to cooperate as far as possible in order to achieve the common goal of primary importance, namely the greater recognition of both, internationally, as sovereign and independent.

 Art.6
The Micronations stipulate to undertake cooperation in the social and cultural fields; to this end, each will have, in accordance with this Treaty, the ability to ask to use the intellectual work, or of components thereof of the aforementioned work of the other nation, prior expressions of consent are required.

Art.7
Both countries reciprocally undertake to make public the signing of this Treaty to all other Nations through diplomatic circles present in their computer/web pages.

Art.8
Recognition of both Micronations in dialogue and diplomacy, and the peaceful means for the settlement of disputes between peoples; also undertake to provide mutual diplomatic support, in case of unjustified attacks of any kind to either of them.

Art.9
Recognize democratic freedom as an instrument for self-governance of peoples, respect for national identities and religious choice, human, social, political and cultural.

Art.10
Condemn every form of authoritarian Government and persecution, which is in violation of human rights of every citizen.

Art.11
This Treaty may be subject to variation, the consent of both parties.

Art.12
Termination of this Treaty may be unilateral, but reasoned and communicated in advance to another nation’s .

Art.13
The signatories undertake to use periodically assigned web space named “Embassy”. If this feature will not be observed the Treaty will be considered void

Art.14
Disputes will be referred to the copy in Italian.

• House Of Adrianei, 27/01/2012

• For The Sovereign Order Roman Adrianeo (S.M.O.R.A.):

• His Imperial Highness The Gov. Max, Giovanni I

S.E. Andre De Prime Minister with responsibility for Foreign Affairs
For the la Repubblica di Lostisland _24/02/2012

S.E. Yaroslav MarCapitano Reggente della Repubblica di Lostisland

S. E. Stepan Ignatiev, Capitano Reggente della Repubblica di Lostisland

Decreto di adozione n. __001_/R.E./2012(S.M.O.R.A.)

Delibera della Repubblica di Lostisland DEC CAR 01|26|01|12

ALLEGATO “A” AL TRATTATO

SIMBOLI NAZIONALI

SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO S.M.O.R.A.

Immagine

BANDIERA E SIMBOLO DELL’ORDINE DA
[IMG=smora-flag-l]http://smora.5world.net/smora-flag-l.png[/IMG]

WEB: [URL=http://s.m.o.r.a.sovranomilitareordineromanoadrianeo.forumcommunity.net/]http://s.m.o.r.a.sovranomilitareordineroma…mcommunity.net/[/URL]
[URL=http://www.facebook.com/profile.php?id=100002009498709]www.facebook.com/profile.php?id=100002009498709[/URL]

Immagine       Immagine

 [IMG=flag02]http://republicoflostisland.com/flag02.jpg[/IMG]
[IMG=276578_148689365233948_143392274_n]https://fbcdn-profile-a.akamaihd.net/hprofile-ak-snc4/276578_148689365233948_143392274_n.jpg[/IMG]

WEB: [URL=http://republicoflostisland.com/]http://republicoflostisland.com/[/URL]

SIMBOLO NAZIONALE UFFICIALE DELLA REPUBBLICA DI LOSTISLAND

CHE SARA’ UTILIZZATO PER RAPPRESENTARE LA NAZIONE PRESSO LO SMORA

• House Of Adrianei, 27/01/2012

• For The Sovereign Order Roman Adrianeo (S.M.O.R.A.):

• His Imperial Highness The Gov. Max, Giovanni I

S.E. Andre De Prime Minister with responsibility for Foreign Affairs_
For the la Repubblica di Lostisland ___24/02/2012

S.E. Yaroslav MarCapitano Reggente della Repubblica di Lostisland
S. E. Stepan Ignatiev, Capitano Reggente della Repubblica di Lostisland

Atto di promulgazione n. 003/2012 del DECRETO DI ADOZIONE E SUOI ALLEGATI N. 0003/2012 DELLO 03/03/2012 INERENTE LA STIPULA DI UNA CONVENZIONE POSTALE ED EMISSIONE CONGIUNTA DI UN FRANCOBOLLO CELEBRATIVO PER L’ANNIVERSARIO DELLE RELAZIONI DIPLOMATICHE.

_______________________________________________________

                   Atto di promulgazione n. 003/2012 del 03/03/2012

IL GOVERNATORE MAXIMO

VISTE LE DELIBERAZIONI CONSEGUENTI AL VOTO UNANIME DELL’ASSEMBLEA ADRIANEA E DEL SOVRANO CONSIGLIO,CONSIDERATA LA COMPATIBILITA’ CON LA CARTA PROVVISORIA COSTITUZIONALE

 PROMULGA

 IL SEGUENTE TESTO E NE AUTORIZZA LA PUBBLICAZIONE IN TUTTI I LUOGHI DELLA NAZIONE ED AGLI ORGANI DI INFORMAZIONE INTERMICRONAZIONALI COMPRESI I NOSTRI ALLEATI. LA LEGGE A VIGORE 24 ORE DOPO LA PROMULGAZIONE E CONTESTUALE PUBBLICAZIONE.

Il GOVERNATORE MAXIMO GIOVANNI I

__________________________________________________________________________________________________________________

Decreto Di Adozione N. 003/2012 del 03/03/2012

IL SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO

S.M.OR.A.

Il GOVERNATORE MAXIMO ED IL SOVRANO CONSIGLIO

visti gli art. 2  e 3 del D.A. N. 001/DM/2012 del 18/02/2012 e il provvedimento di esecuzione n. 001/2012 del 09/01/2012

DELIBERA

Art. 1

L’adozione delle convenzione postale tra Lo S.M.OR.A e L’IMPERO DEL GORDJAN e l’emissione congiunta di un francobollo celebrativo il primo anno di relazioni diplomatiche. Si  allega al decreto il testo della convenzione che sarà contraddistinto per ciò che concerne lo S.M.OR.A. dallo stesso numero di questo decreto di Adozione .Per trasparenza per i cittadini ne riportiamo integralmente il testo .

            TESTO DELLE CONVENZIONE ALLEGATA AL DECRETO

( SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO)

         D.A. N. 003/2012

                                                                                      (IMPERO DEL GORDJAN)

 D.I. / 003 / 2012 – ALLEGATO A

 

                                          

 

 

 

 

CONVENZIONE PER L’EMISSIONE

CONGIUNTA DI UN FRANCOBOLLO

CELEBRATIVO

E NORME GENERALI POSTALI E

FILATELICHE

TRA IL

SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO

ADRIANEO

( S.M.O.R.A. )

E

L’IMPERO DEL GORDJAN

 

 

IL SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO

S.M.O.R.A.

NELLA PERSONA DI S.A.I. GIOVANNI I, GOVERNATORE MAXIMO E PRESIDENTE AD

INTERIM DELL’ENTE POSTE MAGISTRALI ADRIANEE E DELL’AZIENDA NUMISMATICA FILATELICA ADRIANEA

S.E. “ANDREA DE” MINISTRO DELLE POSTE MAGISTRALI ADRIANEE

E

L’IMPERO DEL GORDJAN

NELLA PERSONA DI S. A. I. RE G.E.P. GORDJAN I°, CAPO DELLO STATO E

RESPONSABILE DEL CONSIGLIO IMPERIALE STRAORDINARIO IN CARICA

STABILISCONO

I TEMINI DI QUESTA CONVENZIONE, VOLTA A REGOLAMENTARE, CON PRINCIPI GENERALI, LA FORMAZIONE DI UNA COLLABORAZIONE PER TALE SERVIZIO, NON MERAMENTE FILATELICO E NUMISMATICO MA ANCHE CON INDICAZIONI PER SVILUPPI CONCRETI NEL FUTURO;PERTANTO, VISTE LE RISPETTIVE LEGGI IN MATERIA DI ENTRAMBE LE NAZIONI ED ACCERTATA LA NON INCOMPATIBILITA’ CON ESSE E CON I RISPETTIVI DETTAMI COSTITUZIONALI E PRASSI CONSOLIDATE,

SI DELIBERA QUANTO SEGUE:

 

Art. 1

 

RICONOSCIMENTO DEI RISPETTIVI SERVIZI E MODALITA’OPERATIVE

 

– ENTRAMBE LE NAZIONI SI IMPEGNANO A RICONOSCERE ED ACCETTARE LA CORRISPONDENZA RECIPROCA ALLA FRONTIERA, CON L’AFFRANCATURA LEGALMENTE

STABILITA DALLE RISPETTIVE NORME IN MERITO (LE NOZIONI NECESSARIE AL RICONOSCIMENTO DELL’AFFRANCATURA VERRANNO COMUNICATE SEPARATAMENTE

ALL’ALTRA PARTE, DALLE RISPETTIVE AUTORITA’ COMPETENTI);

Art. 2

 

– LE PARTI CONTRAENTI ACCETTERANNO LA CORRISPONDENZA ANCHE NEL CASO IN CUI,

PER MOTIVI PRATICI, ESSA SIA CCOMPAGNATA DA UN’AFFRANCATURA TERZA (ENTRAMBE

LE AFFRANCATURE DOVRANNO ESSERE BEN VISIBILI E RICONOSCIBILI);

Art. 3

 

– PER GLI INVII ESTERNI, IL PLICO, PER ESSERE ACCETTATO DALL’ALTRA NAZIONE,DOVRA’ AVERE I SEGNI E I SIMBOLI DELLE PROPRIE POSTE OLTRE A QUELLI DELL’EVENTUALE MEZZO TERZO.

a) ALLA FRONTIERA NULLA E’ DOVUTO ALL’ENTRATA DELLA POSTA, TRANNE LA VIDIMAZIONE D’INGRESSO;

b) GLI INVII DIPLOMATICI VANNO SOGGETTI A FRANCHIGIA E PERTANTO NON E’ OBBLIGATORIA L’APPOSIZIONE DEL FRANCOBOLLO, MA SOLO DELL’ANNULLO

DELLA NAZIONE;

c) L’EVENTUALE APPOSIZIONE DEL FRANCOBOLLO SARA’ UN ATTO PURAMENTE DI CORTESIA

Art. 4

 

EMISSIONE CONGIUNTA DEL FRANCOBOLLO CELEBRATIVO

 

– STABILITI I SUDDETTI PARAMETRI, QUALE SEGNO DI BUONA VOLONTA’, ALLEANZA E

COLLABORAZIONE ESISTENTI TRA LE DUE NAZIONI, SI DELIBERA L’EMISSIONE

CONGIUNTA DI UN FRANCOBOLLO COMMEMORATIVO, IN OCCASIONE DEL PRIMO

ANNIVERSARIO DALL’AVVIO DELLE RELAZIONI DIPLOMATICHE BILATERALI

IN BASE A QUESTO SI DELIBERA QUANTO SEGUE:

 

– VENGONO EMESSI CONGIUNTAMENTE UN TOTALE DI 12 FOGLI, CIASCUNO

CONTENENTE 5 FRANCOBOLLI:

a)                  6 FOGLI (PER 30 FRANCOBOLLI TOTALI) SONO DI COMPETENZA DEL GORDJAN;

b)                 6 FOGLI (PER 30 FRANCOBOLLI TOTALI) SONO DI COMPETENZA DELLO S.M.O.R.A

– CIASCUN FRANCOBOLLO HA LE SEGUENTI CARATTERISTICHE:

a) FORMA RETTANGOLARE A SVILUPPO ORIZZONTALE, LUNGHEZZA MM 55, ALTEZZA

MM 36; COLORE DI FONDO, GIALLO (CON BORDO BIANCO DENTELLATO);

b) AL CENTRO E’ PRESENTE IL VALORE DI 2,5 (IN ALTO SEGNATO IN SCUDI E IN BASSO

IN TARI’);

c) IN ALTO A SINISTRA E’ PRESENTE LA DICITURA EMISSIONE CONGIUNTA IMPERO

DEL GORDJAN – SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO;

d) IN BASSO A DESTRA E’ SCRITTO: 4 MARZO 2011 – 4 MARZO 2012 – UN ANNO DI

ALLEANZA;

e) IN ALTO A DESTRA E’ PRESENTE LO STEMMA S.M.O.R.A. ED IN BASSO A SINISTRA LO

STEMMA DEL GORDJAN;

f) IL TIPO DI CARTA UTILIZZATO E’ LUCIDO ED AUTOADESIVO ;

– SI ILLUSTRA IN TALE PUNTO IL FRANCOBOLLO CELEBRATIVO:

Francobollo Congiunto

 

 

Art.5

 

USO DEL FRANCOBOLLO E DETERMINAZIONE DEL VALORE

 

– IN MANCANZA DI UN TASSO UFFICIALE DI CAMBIO TRA LE VALUTE DELLE NAZIONI CONTRAENTI, ALL’ATTO DELLA STIPULA DEL PRESENTE ED IN ATTESA CHE ESSO VENGA STABILITO IN SEPARATA SEDE, IL VALORE DEL FRANCOBOLLO, ESPRESSO IN 2,5 UNITA’,VERRA’ CONSIDERATO ED UTILIZZATO DA CIASCUNA PARTE, IN RIFERIMENTO ALLAPROPRIA VALUTA CORRENTE (QUINDI 2,5 SCUDI PER IL GORDJAN E 2,5 TARI’ PER LO

S.M.O.R.A) ;

Art.6

 

– CIASCUNA NAZIONE STIPULANTE POTRA’ UTILIZZARE TALE FRANCOBOLLO CONFORMEMENTE A TUTTE LE ALTRE EMISSIONI NAZIONALI DELLA MEDESIMA TIPOLOGIA ED AD ALTRI USI CHE ESSA RITERRA’ OPPORTUNI.

Art.7

 

– LA PRESENTE CONVENZIONE ENTRERÀ IN VIGORE IL 04/03/2012, SARÀ ADOTTATA DA OGNI NAZIONE CONTRAENTE CON I PROPRI DISPOSITIVI LEGISLATIVI E AL DI FUORI DI ESSA OGNI NAZIONE POTRÀ AGGIUNGERE DISPOSIZIONI INERENTI SOLO L’OPERATIVITÀ STESSA DELLA CONVENZIONE NELL’AMBITO DELLE PROPRIE PERTINENZE. LE STESSE PROMETTONO DI INTEGRARE IL PRESENTE DOCUMENTO, ENTRO 90 GIORNI DALLA SUA PROMULGAZIONE, CON UNA CONVENZIONE PIU’ DETTAGLIATA ED INCIDENTE, SULLE REALTA’ POSTALE ED ECONOMICA DELLE RISPETTIVE NAZIONI.

CASA DEGLI ADRIANEI 03/03/2012                                       IMPERO DEL GORDJAN 03/03/2012

 

F.TO                                                                                                 F.TO

PER LO S.M.O.R.A.                                                             E S.A.I. RE G.E.P. GORDJAN I°

L’ENTE POSTE MAGISTRALI ADRIANEE

E L’.A.N.F.A.

S.A.I. GIOVANNI I

F.TO

PER IL MINISTERO DELLE POSTE MAGISTRALI

S..E. ANDREA DE

Riduzione ad una unità , come diversamente stabilito dall’art. 2 del decreto di adozione n. N. 27 del 18/12/2011 francobollo dedicato al Giorno della Memoria e ritiro dalla circolazione dello stesso per errore di stampa.

Ufficio e staff  del Ministero delle Poste Magistrali Adrianeo

 Atti amministrativi

Decreto  Ministeriale 0002/2012 del 15/01/2012

Il Ministro ad interim  Andrea  De , delle  Poste Magistrali Adrianee  ,

visto il decreto di adozione  N. 27 del 18/12/2011

visto il decreto di adozione n.  N. 001/ d.m./del 18/02/2011

il provvedimento di esecuzione  N.0001/2011 del 09/01/2012

ed il relativo allegato A inerente il calendario delle  emissioni filateliche del primo trimestre del 2012,tenuto conto del decreto di adozione N. 27 del 18/12/2011 e nella totalità dei suoi articoli ed inoltre considerando l’Art. 2 in cui si esplicitavano le seguenti cose:

Si emette per il giorno 27 gennaio 2012 come tradizione un foglietto commemorativo  per il “GIORNO DELLA MEMORIA “.Il foglietto sarà costituito da due valori rappresentanti la stella di David in due modi diversi . i valori avranno un valore nominale di T. 1,00 e T. 2,00 .Per la stampa l’ente poste provvederà a stabilire le modalità più convenienti e rapide per la loro realizzazione”

Si decide quanto segue

Riduzione ad una unità il come diversamente stabilito dall’art. 2 del decreto di adozione n. N. 27 del 18/12/2011 francobollo dedicato al Giorno della Memoria e ritiro dalla circolazione dello stesso per errore di stampa.

Art.1

Si è deciso che i francobolli previsti inizialmente  due  si ridurranno per motivi vari ad uno dettagliandone la parte tecnico ed economica in un successivo decreto.

Inoltre, in  seguito ad un piccolo errore presente nella stampa del francobollo, esso verrà ritirato  dalla circolazione in attesa della stampa del francobollo corretto con la dicitura esatta. Si e’ costatato che alcuni di essi sono entrati in circolazioni con relativo bollo sia di normale affrancatura che per i primi giorni.i quantitativi non dovrebbero superare la decina di unità.

Per i rimanenti francobolli il ministero in intesa con l’ente poste adrianee e L’A.N.F.A. non ritiene opportuno farli circolare ufficialmente ma ,usarli ,qualora richiesti da appassionati,  solo per scopi filatelici ed i proventi andranno a ricoprire le iniziative umanitarie e culturali dell’ordine.

Pertanto si ritiene per tale francobollo sospeso il bollettino illustrativo che accompagnerà ogni francobollo indipendentemente dalla quantità.

Francobollo da ritirare

F.to

Il Ministro Ad Interim Delle Poste Magistrali Adrianee

S.E.Andrea De

Decreto di emissione delle monete e della banconota di Stato – Tarì – e breve regolamento

Atto di promulgazione n.002  del 18/02/2012

IL GOVERNATORE MAXIMO
VISTE LE DELIBERAZIONI CONSEGUENTI AL VOTO UNANIME DELL’ASSEMBLEA ADRIANEA E DEL SOVRANO CONSIGLIO,CONSIDERATA LA COMPATIBILITA CON LA CARTA PROVISORIA COSTITUZIONALE
PROMULGA
IL SEGUENTE TESTO E NE AUTORIZZA LA PUBBLICAZIONE IN TUTTI I LUOGHI DELLA NAZIONE ED AGLI ORGANI DI INFORMAZIONE INTERMICRONAZIONALI COMPRESI I NOSTRI ALLEATI.
LA LEGGE A VIGORE 24 ORE DOPO LA PROMULGAZIONE E CONTESTUALE PUBBLICAZIONE.

IL GOVERNATORE MAXIMO
GIOVANNI I

D. A. n.002   del 18/02/2012

SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO

S.M.OR.A.

Il GOVERNATORE MAXIMO ED IL SOVRANO CONSIGLIO ,

CONSIDERANDO LE DIRETTIVE DELL SENATO MAGNUM DE 21/24/05/6/201 E DEL 25/12/20111 E L’ARTICOLO 49 DELLA COSTITUZIONE  DEL QUALE CITIAMO :

Art. 49

Si ribadisce  il TARI’ , antica moneta mediterranea , divisa in cento  centesimi , quale   moneta nazionale , adottata sin dal 1981 per scambi interni nell’ordine , il cui cambio sia verso le altre divise nazionali che  micro nazionali sarà oggetto di una specifica legge .Sarà  cura da parte dell’Ordine-Nazione seguire ogni forma di dibattito/progetto/iniziativa in campo micro nazionale  affinché tale valuta non rimanga un semplice cimelio del passato ma  che abbia , nell’ottica di una campagna solidaristica , un’applicazione più reale. In tal senso tale carta da il mandato ad  avviare  la creazione di un ufficio economico preposto a tal fine.

DELIBERA

Dopo più di trenta anni dalla prima emissione dei “Buoni acquisto “ denominati Tarì,

gli organi competenti ritengono opportuno dotarsi ufficialmente di una moneta nazionale anche in ossequio alle menzionate direttive e al dettato costituzionale.

Pertanto

Art. 1

Si ribadisce ulteriormente ciò che è stabilito dalla costituzione  , emettendo la moneta nazionale in tutte le forme  e modalità che la nazione  ha  disposizione.

Art. 2

Essa servirà per la transazioni interne  , corrisponde al tesoro nazionale disponibile , costituito   dalle entrate della Nazione ,sia in valuta pregiata che in metallo pregiato ,ma non sono escluse convenzioni per la quale tale moneta potrebbe avere un’ uso più diffuso , da dettagliare  con accordi o convenzioni con le nazioni interessate.

Art. 3

Lo S.M.O.R.A. , al momento non ritiene opportuno dotarsi di un ente di credito e le emissioni saranno a carico della Nazione in qualità di BIGLIETTI DI STATO , e gli organi competenti saranno preposti, con specifico atto , all’emissione , sia in versione cartacea o di altro tipo, del Tarì ,stabilendone  i modi, i valori , i quantitativi, l’ aspetto ed ogni altro elemento che ne possa stabilire la riconoscibilità e la non contraffazione.

Art. 4

Per limitare la contraffazione delle valute o monete o altro valore  emesso ,saranno apposte sulle banconote ,codici costituito da una  serie progresiva  ,firme dei vari responsabile più sigillo della nazione e altro strumento anticontraffazione.

Art. 5

Ad ogni cittadino verrà corrisposta una cifra pari a 6 (sei )  Tarì i cui modi spendibili saranno meglio dettagliati in un decreto a parte. Per rendere tale moneta non solo un cimelio meramente numismatico ,si istituirà una commissione per valutare i modi per l’uso reale della moneta compreso il cambio.

Art. 6

Il cambio del Tarì con altre divise nazionali verrà deciso successivamente con un’ apposito atto appena la commissione porterà un progetto come definito nell’articolo 5 .

Art.7

La Nazione , per l’emissione della propria divisa nazionale ,  potrà scegliere modalità di stampa o conio proprie ,qualora in futuro avesse i mezzi per farlo,oppure su commissione ad enti esterni  ,scegliendo il materiale più economico. Non si escludono forme di denaro virtuale per l’ uso del Tarì

Art. 8

Si ribadisce che in seguito alla nascita dell’euro , il Tarì ha di fatto seguito le vicissitudini di questa nuova moneta  , comunque in rispetto alla vecchia denominazione , i valori riferiti alle vecchie Lire Italiane rimarrà solo per motivi numismatici. Rammentiamo che la vecchia conversione aggiornata al 1990 fu di 1 Tarì = 2000£

Art.10

La vendita del Tarì Numismatico è affidato all’ A.N.F.A.,la neonata azienda per la diffusione e la vendita dei valori bollati celebrativi e delle monete o banconote anch’esse celebrative e di solo uso numismatico. Si rammenta che l’Ordine –Nazione non avendo fini di lucro , ha come proprio fine la vendita di tali prodotti solo per  sovvenzionare le associazioni o i progetti di varia natura che rientrano nella mission dell’ordine stesso.

Art. 11

Per quanto definito nei precedenti articoli si emettono in Tarì Nuovi i seguenti valori:

a)      Monete: serie composta da   quattro monete in  materiale plastico dal valore di 0,50; 1,00; 2;00; 2,50 recanti al recto il logo dell’ordine e al rovescio ,tra due fronde di alloro e quercia il nominale sovrastato da  un cartiglio di tipo settecentescorecante al centro  l’acronimo S.M.O.R.A  e al centrodella facciata la dizione della ricorrenza del 30° anniversario della fondazione dell’Ordine . Essi sono in un primo passaggio  “ coniati “  in 60 esemplari, ma non se ne escludono altri quantitativi che saranno ufficializzati da un’apposito decreto e inserito nell’allegato definitivo a tale decreto. Le monete al momento hanno valore puramente numismatico ,ma non si esclude l’uso come  di buono di  sconto all’interno sia della nazione che in altre previa stipula di una convenzione.

b)      Banconota : banconota cartacea di TARI’ UNO,  stampata in policromia recante al verso il logo sia dell’Ordine attorniato da elementi sia decorativi,sia che rimandano alla simbologia della Nazione. Nel recto sono presenti  oltre al nominale ed i predetti simboli marginalmente anche  l’immagine  del simbolo della Nazione Adrianea ,ed esattamente quella  della statua di Matidia Minore .

c)      Le banconote saranno validate sia dal Governatore Max ,dagli altri funzionari preposti e dall’annullo dell’Ordine più altri strumenti che non menzioneremo in questo decreto.

Art. 12

Questo decreto da mandato alla produzione per l’anno corrente di altri Tarì oltre ad intavolare dibattiti  con altre nazioni sull’uso o la conversione delle rispettive divise nazionali.

Art.13

Il  decreto ha validità di applicazione dopo 24 ore dalla promulgazione

Eventuali variazioni ed aggiunte  oggetti  di  un’ atto specifico   il quale provvederà a sostituire  tutto o parzialmente   il presente decreto.

Qualora occorressero  modifiche non comportino variazioni  sostanziali a tale testo normativo   ,si allegheranno a parte le  eventuali aggiunte o modifiche formali.

F.to

Governatore Max.

Giovanni I

Primo Ministro e per il Sovrano Consiglio

S.E. Andrea DE

Per il Senato M.

Pinasanse

Visto ed approvato dal giudice delle controversie e costituzionale

  Torquemada1971

Celebrazione del 25° Anniversario di matrimonio di alcuni cittadini – Decreto Governativo 0005/2012 del 08/02/2012

Decreto Governativo 0005/2012                                                                                                                                                           del 08/02/2012

SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO

 S.M.OR.A.

 IL GOVERNATORE MAX.

DISPONE QUANTO SEGUE:

Art. 1

Auguriamo ai nostri due concittadini e componenti dell’Ordine  Princeps  mariasanse  ed il Giudice delle Controversie  ,torquemada1971, i migliori auguri per il loro venticinquesimo anno di Matrimonio.

Il Governatore ,i componenti dell’Ordine e delle istituzioni micro nazionali  si uniscono entusiasticamente a questi giorni di giubilo, augurando agli sposi altrettanti anni di serenità ,felicità e gioia.

Si proclama per l’occasione, 15 giorni di festeggiamento in attesa che gli sposi raggiungano la sede primaziale per festeggiare assieme al Governatore tale felice evento .

Sede degli Adrianei  , 08/02/2012

F.To

Il Governatore maximo

Giovanni I

Istituzione del giorno del Ricordo detto anche ““ Per una giusta memoria “ Decreto Governativo./0004/2011 del 10/02/2011

Decreto Governativo./0004/2011        del 10/02/2011

SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO

S.M.OR.A.

IL GOVERNATORE MAX.

VISTI I PRECEDENTI STORICI ,LE NORME COSTITUZIONALI,LA IN ESECUZIONE DELLE DIRETTIVE DEL SENATO MAGNUM DEL 21/24/06/2011 E DEL 07/07/2011 FONTI DELLE NOSTRE DECISIONI ,

DISPONE QUANTO SEGUE:
Art. 1
Viene istituita la Giornata del Ricordo in Memoria  della tragedia accaduta alla popolazione dalamta ed istriana vittima di una bieca contrapposizione di ideologie .
Art. 2
Crediamo che non esistono tragedie di serie A o serie B ,ma crediamo nella verità ,anche se questa a volta fa male  e che afferma sia il valore del Ricordo ,sia la giusta critica di essa.Crediamo che i fatti storici debbano essere affrontati nella loro crudezza senza interpretazioni politiche o strumentalizzazioni che mortificano i tanti morti delle tante tragedie che sono accadute e che purtroppo accadono nel mondo, e la giusta interpretazione dei fatti imprescindibile da ogni giusta visione delle cose .
Art. 3
Lo S.M.O.R.A.  celebrerà la Giornata del Ricordo che sarà anche denominata  “ Per una giusta memoria  “ come nella nazione italiana ed esattamente il 10 febbraio di ogni anno e qualora sia immediatamente  contiguo ad un fine settimana, la celebrazione continuerà in tali giorni (stabiliti annualmente).
Art. 4
Le celebrazioni avranno carattere libero e i cittadini potranno celebrarli nelle modalità che riterranno opportuno . Si precisa che essa non rientrà tra le festività ,ma tra i giorni di commemorazione e riflessione nazionale. Essa non dovrà essere una festa ,ma una vero atto di riflessione collettiva per pensare che dall’odio non può che nascere odio e morte.
Art. 5
L’ordine potrà provvedere anche a partecipare o ad organizzare eventi sulla materia oltre a dedicare a questo giorno un proprio omaggio filatelico.
Il Governatore Maximo
Giovanni I

Secondo avviso alla Nazione per l’emergenza neve del 04/02/2012 e per i giorni seguenti e nota di protesta verso il Comune di Bologna e la regione Emilia Romagna -DECRETO GOVERNATIVO 0003/2012 DEL 04/02/2012

Decreto Governativo./0003/2011                                                                                                                                                              del 04/02/2011

SOVRANO MILITARE ORDINE ROMANO ADRIANEO

S.M.OR.A.

IL GOVERNATORE MAX.

VISTI I PRECEDENTI STORICI ,LE NORME COSTITUZIONALI,LA IN ESECUZIONE DELLE DIRETTIVE DEL SENATO MAGNUM DEL 21/24/06/2011 E DEL 07/07/2011 FONTI DELLE NOSTRE DECISIONI ,

DISPONE QUANTO SEGUE:
Secondo avviso alla Nazione per l’emergenza neve del 04/02/2012 e per i giorni seguenti e nota di protesta vesrso il Comune di Bologna e la regione Emilia Romagna

Art.1

Come da comunicato precedente , si avvisano tutti i cittadini Adrianei del centro nord che come da previsioni la situazione meteo  sta peggiorando con ulteriori nevicate che per quantità e relativo disagio va ad accumularsi a quello precedente .
Per quanto ci riguarda le autorità presenti a Bologna, esse  stanno protestando assieme ad altri cittadini , per l’incapacità del Comune di Bologna e del suo Sindaco di affrontare la situazione in modo organico ,abbandonando interi settori  della città alla buona volontà dei cittadini oltre a costringere all’isolamento anche ospedali strategici per emergente di tipo traumatologico come gli Istituti Ortopedici Rizzoli  ,per i bus che spesso vanno fuori corsia per mancanza di asportazione del ghiaccio sulle arterie principali e lo spargimento di sale.
Inoltre da quasi una settimana le Poste italiane non erogano il servizio esterno e maree di plichi ,pacchi e raccomandate giacciono presso i loro depositi,mentre i pochi sportelli aperti sono presi d’assalto.
Le poste Adrianee , per la corrispondenza all’interno del circuito cittadino, ha assicurato il servizio .
Inoltre da alcuni giorni i camion dell’Hera  società municipalizzata non ritira l’immondizia creando anche un’emergenza sanitaria.
Continua l’isolamento delle sede Primaziale di Bologna ed il luogo ove è ubicata è coperta da ben oltre 20 cm di ghiaccio costringendo  le persone più deboli  a non recarsi presso  luoghi di cura ,alle farmacie ed ai supermercati.
Come alcuni giorni fa alcuni cittadini Adrianei si sono prodigati ad aiutare le persone più in difficoltà quando la difficoltà della neve non causava problemi per se stessi e per la propria famiglia.
Chiediamo a tutte le micronazioni del centro nord ed anche del sud ,dove imperversa anche il mal tempo in base alle loro possibilità di aiutare le persone che hanno più bisogno o sostituirsi ,in base ai propri mezzi ,dove le amministrazioni e lo stato Italiano è assolutamente inefficiente e protestare verso le autorità locali e regionali che si reputano  la più efficiente d’Italia   .

F.TO

GOVERNATORE MAX.

GIOVANNI I

Lettera inviata al Sindaco di Bologna e al Presidente dell’Emilia Romagna Vasco Errani

Al  Sign.Virginio Merola
Sindaco di Bologna
Al Sign. Vasco Errani
Presidente della
Regione  Emilia Romagna

Bologna ,04/02/2012
Mi chiamo xxxxxxx ,da poco cittadino Bolognese ed  della regione Emilia Romagna,lavoro presso XXXXXXXXX ed abito in XXXXXXXXXXX ,la mia regione di origine è la Campania delle cui emergenze ben sapete.
Da qualche giorno il centro nord , compresa Bologna , è  completamente prigioniera della neve ed in merito a questa emergenza mi aspettavo di più da entrambe le istituzioni di una regione e di una  città scelta dal sottoscritto non solo per la sua efficienza ,ma anche per la cura del cittadino.
Mi permetto di fare osservare sia al sindaco di Bologna che  al presidente della regione Emilia Romagna , l’isolamento patito ( disagio che continua tuttora ) da  alcune zone della città , rimaste isolate , dove le le ruspe non sono mai passate soprattutto  nella piazzetta in cui abito ,sempre l’ultima ad essere pulita negli altri anni ,ma adesso totalmente ignorata ( i primi due giorni di neve sono stato costretto a stare a casa perché non potevo raggiungere i mezzi di trasporto, a loro volta in forte difficoltà, impedendomi sia di svolgere la mia attività XXXXX che il lavoro creando ulteriore disagio ai miei colleghi e al servizio già in sofferenza per l’isolamento che ha patito in questi  giorni ) si è formato uno spesso strato di ghiaccio che reca disagio tra cui i molti ,anziani che abitano in questa zona oltre ai  lavoratori costringendoli a rimanere in casa ( io stesso ed altri volontari ci siamo  prodigati per alcune persone anziane  che avevano bisogno di farmaci o della spesa oltre che a ripulire alcuni  tratti di strada per consentire un minimo di passaggio sicuro ) .
Oltre a questo  dagli inizi di febbraio l’immondizia non viene ritirata dai cassonetti   e quando dici agli spalatori del comune di passare per la piazza   ti rispondono anche male ( oltre al fatto che poste italiane non eroga da giorni un servizio per il quale il cittadino ha pagato anche caro).
Qualora non credeste alle mie parole ,si degnassero  di venire in questi luoghi che sono resi vivibili grazie all’iniziativa del singolo sia emiliano che non.
Come cittadino  del comune  e della regione Emilia Romagna di Bologna protesto verso  una pretesa di efficienza che non abbiamo visto in questi giorni ed il cittadino ,compreso il lavoratore lasciato in balia di se stesso.
Un cittadino deluso ed amareggiato

F.TO

                   XXXXXXXXXX